lunedì 20 luglio 2020

Un altro mondo E' possibile!


"Le masse non si ribellano mai in maniera spontanea, e non si ribellano perché sono oppresse. In realtà, fino a quando non si consente loro di poter fare confronti, non acquisiscono neanche coscienza di essere oppresse. [...] Una rivolta vera e propria, o qualcosa che si avvicini ad essa, è al momento impossibile. Da parte dei proletari, in particolare, non vi è nulla da temere: abbandonati a se stessi, continueranno - generazione dopo generazione, secolo dopo secolo - a lavorare, generare e morire, privi non solo di qualsiasi impulso alla ribellione, ma anche della capacità di capire che il mondo potrebbe anche essere diverso da quello che è".
George Orwell

sabato 16 maggio 2020

Globalizzazione, la radice di tutti mali che ci affliggono!

Dispiace constatare che per l'ennesima volta si sia persa una chance per mettere in discussione la globalizzazione criminale. Migliaia di morti in Italia e in tutta Europa, causati da un virus proveniente dalla Cina (la 'fabbrica del mondo', il principale alfiere della globalizzazione mondialista), e l'unica cosa che sembra interessare è il riprendere il tran tran quotidiano. Poche analisi, rare critiche al sistema che causa sempre più spesso shock brutali, nessuna proposta per superare lo status quo. Come se ormai ci si fosse arresi all'evidenza che la globalizzazione, il liberoscambismo, il capitalismo, siano talmente parte della nostra vita che si possono tranquillamente accettare epidemie, disastri ecologici, distruzione di culture e Popoli. L'importante è che lo status quo, fatto di consumismo compulsivo, di divertimenti preconfezionati, di esibizionismo da social, di competizione sfrenata per raccogliere le briciole, non venga alterato. Inutile pensare che ci sarà un ritorno sereno alla 'normalità' pre-Covid: non sarà così! Questa è stata una prima avvisaglia di quello che sempre più ci aspetterà in futuro se non si comincia col fermare subito la globalizzazione capitalista e il furioso movimento di merci e persone per tutto il globo. Se non si pongono limiti a questa follia la prossima volta il prezzo da pagare sarà ancora più pesante!


sabato 4 aprile 2020

UE: uscire si può ancora...per ora!

Uscire dalla UE non è impossibile, il caso dell'UK lo ha dimostrato. Anzi, è un DIRITTO! L’articolo 50 del trattato sull’Unione europea prevede un meccanismo di recesso volontario e unilaterale di un paese dall’Unione europea (UE). Per ora. Perchè non è così scontato che in futuro più o meno prossimo possa ancora essere così. Sicuramente è ipotizzabile, visto lo stato delle cose, uno scenario in cui tale possibilità venga prima o poi modificata e ristretta...



lunedì 30 marzo 2020

USCIRE DALLA UE! SUBITO!

Zero solidarietà! 
Zero aiuti! 
Zero rispetto!
La UE serve solo agli interessi dei soliti noti!
Bisogna spezzare le catene che ci tengono legati a questa prigione!
USCIRE SUBITO!
 

sabato 28 marzo 2020

Boicottare!

Quanto sta accadendo non sembra aver fatto prendere coscienza ai nostri politici. Proprio in queste ore a Livorno stava per sbarcare un ingente carico di sementi proveniente dalla Cina (sembra che in Italia agli arrivi da quel paese non si possano proprio chiudere i confini!) contenente diversi morbi agricoli. I terribili agenti patogeni sono PSTvd, PepMv e lo Xanthomonas: i primi due sono virus e l'altro è un batterio, dannosissimi per le nostre coltivazioni. La partita era destinata a un'azienda in Emilia Romagna. I danni per la nostra agricoltura avrebbero potuto essere incalcolabili. Quanto sta accadendo con il Coronavirus sembra non aver insegnato nulla, se si continuano ad importare gravi pericoli per l'Italia e per la nostra società! Fino a quando continueremo a fare arrivare merci dalla Cina?