lunedì 1 marzo 2010

In supporto alla Casa Sociale Occupata!

Sabato 27 febbraio a Pavia alcune delegazioni di attivisti autonomi nazionalisti (Autonomi Nazionalisti canavesani, ANS Torino, Autonomi Nazionalisti Novara), su invito di alcuni amici della comunità nazionalista pavese, hanno presenziato ad un presidio (indetto da Forza Nuova) per sostenere l’utilizzo di una struttura pubblica in disuso (costruita con i soldi dei cittadini italiani) da parte di cittadini italiani in gravi difficoltà (http://www.telepaviaweb.tv/portale/component/option,com_wrapper/Itemid,88/idnumero,10570/ ).
La partecipazione a questa iniziativa, sociale e politica allo stesso tempo, ha rappresentato una piccola azione di solidarietà verso nostri concittadini con il problema della casa che, non solo nelle grandi metropoli, sta diventando un fenomeno sociale ad alto impatto negativo che, purtroppo, coinvolge progressivamente sempre più strati della popolazione nazionale (in Italia le statistiche ufficiali, solitamente sottostimate, indicano che le famiglie in coda per ottenere un tetto sono oltre 600mila!).

Bisogna impedire che si venga a stabilizzare la situazione di avere ‘due Italie’, quella dei privilegiati, dei ricchi, dediti al divertimento e al consumismo esasperato, e quella dei non benestanti, di chi non si può permettere più nulla, un lavoro (portato all’estero), una casa, una famiglia, un Futuro e si vede costretto a vivere di stenti ai margini.

La casa non è e non deve essere un privilegio riservato a pochi!

Nessun commento: